I protagonisti di Cine Ciak: Gollum

Tessorrroooooooooo…..Il mio tessorroooooooo…..

La sua voce è indimenticabile, così come il suo aspetto e quella sua attitudine opportunista, che ora tende al Bene e ora favorisce il Male, solo per convenienza.

Oggi, nel nostro itinerario alla scoperta dei protagonisti di Cine Ciak – Museo Internazionale del Cinema,  vi presentiamo Gollum, uno dei personaggi più apprezzati, e fotografati dal pubblico di Cine Ciak – Museo Internazionale del Cinema. Non per niente lo abbiamo messo fuori, vicino all’entrata, per darvi il benvenuto! 🙂

Curiosità, storia e aneddoti di questo personaggio tolkeniano vi faranno apprezzare ancora di più, speriamo, le vostre prossime visite presso il nostro museo!

Chi è Gollum?

Ma come chi è Gollum? Ma sono domande da fare? Vabbè, per gli appassionati le prossime righe saranno inutili, ma il nostro obbiettivo qui è appassionare chi non conosce ancora o conosce poco questo strano personaggio. 🙂

E poi, cari appassionati, pensate di sapere proprio tutto di questo Hobbit straziato e disperato? Proseguite nella lettura per scoprirlo…

Gollum è uno dei personaggi più amati e odiati della Terra di Mezzo, nati dall’estro e dalla penna di J. R. R. Tolkien negli anni Cinquanta del secolo scorso.

Ne Lo Hobbit, romanzo che precede il Signore degli Anelli, il nostro piccolo “amico” non aveva un ruolo da protagonista. Ma Tolkien deve averne dedotto il potenziale, perché nel suo romanzo più popolare gli conferì non solo un ruolo da protagonista, ma lo consegnò definitivamente alla Storia del Fantasy.

 Un brutto carattere

Gollum, a special effects creature from the movie 'Lord of the Rings', is on display at the annual four-day Comic Con convention in San Diego, July 18, 2003. Thousands of fans from around the world gather to peruse a collection of comic books and industry related sci-fi, video and motion picture fantasy products. REUTERS/Mike Blake PP03070072 MB - RTRTBV
Statua di Gollum esposta alla  Comic Con convention di San Diego.

Gollum, lo sappiamo, non è un tipo simpatico. Ma non è del tutto colpa sua. Non è sempre stato, come lo descrive Tolkien, “un essere miserabile e malvagio, molto furbo e violento”. E’ colpa dell’Unico Annello se si è ridotto così.

Prima di diventare l’ambiguo Gollum, questo esserino brutto brutto era uno Hobbit fatto e finito. Viveva come gli Hobbit, era equilibrato, aveva dei valori. Poi la scoperta dell’Unico Anello lo ha ridotto a un disperato, malvagio, furbo e ossessionato dal possesso di questo oggetto che lo rendeva invisibile e pressoché immortale.

Il soprannome Gollum gli fu dato dalla gente del suo stesso villaggio, a causa del suono gutturale che faceva con la gola…

In ogni caso, oltre a essere malvagio è anche un gran frignone, visto che si lamenta come un bambino ad ogni sconfitta o problema!

Oggi verrebbe definito uno schizofrenico. La sua personalità infatti è, come dire, dissociata: da una parte Sméagol (il suo vero nome), che ancora ricorda la sua vita passata di Hobbit e valori come amicizia ed amore, e dall’altra Gollum, del tutto schiavo dell’Anello e della sua volontà, in grado di fare di tutto pur di riportarlo a sé.

 Gollum/Sméagol è sempre diviso ed in bilico tra queste due opposte identità, che spesso parlano e discutono tra loro. Come ha detto lo stesso Gandalf, parlando di Gollum:

“Lui odia e ama l’anello,  proprio come odia e ama sé stesso” 

Gollum ieri e oggi

Gollum è apparso in molti adattamenti cinematografici e radiofonici de Il Signore degli Anelli.

Tra i primi a doppiarlo ci fu lo stesso Tolkien nel 1952: la sua performance piacque molto anche alla critica di quel tempo.

Nel tempo ci sono stati diversi adattamenti e anche versioni animate di questo personaggio.

Da ultimo, nella trilogia che tutti conosciamo, Il Signore degli AnelliAndy Serkisnei tre prequel del Lo Hobbit di Peter Jackson, Gollum è un’ immagine generata al computer, la cui voce e i cui movimenti sono stati affidati all’attore Andy Serkis (attore davvero poliedrico che ha dato le movenze, pensate un po’, anche a King Kong, sempre di Peter Jackson, e alla scimmia Cesare dell’ultimo remake de Il Pianeta delle Scimmie).

Il personaggio è stato creato seguendo le caratteristiche facciali di Serkis, mentre i suoi movimenti sulla pellicola sono stati riprodotti utilizzando un misto tra la motion capture, in cui le movenze dell’attore sono state convertite in immagini digitali, e il tradizionale processo di keyframing.

serkis hobbitNe Il Ritorno del Re, Serkis appare in carne ed ossa, in un flashback, come Sméagol prima che l’Anello lo trasformasse in Gollum ( e quindi quando era uno Hobbit normale…)

Per la sua interpretazione, Serkis ha vinto ai MTV Movie Awards come “miglior performance virtuale”.

 

 Come è arrivato Gollum a Cine Ciak – Museo Internazionale del Cinema?

Lo abbiamo chiesto direttamente al curatore del museo, Giacomo Giambelluca: “Lo ha scoperto mia figlia, durante un viaggio a Roma. Mi ha messo in contatto con il collezionista che si è mostrato subito favorevole a metterlo in mostra nel nostro museo!”. Ma non si tratta di una semplice  riproduzione: “No, questa statua è stata utilizzata alla prima del primo episodio de Il Signore Degli Anelli – La Compagnia dell’Anello, nel 2001″.

 Altre Curiosità:

  • Nella prima edizione de Lo Hobbit Tolkien non fece riferimenti alla grandezza di Gollum, per cui molti disegnatori lo raffigurarono gigantesco. Ve lo immaginate Gollum grande? Sembra impossibile. Pure Tolkien inorridì all’idea e si affrettò a precisare che la sua altezza non poteva superare quella degli Hobbit (che come sappiamo non sono altissimi..)
  • Nei romanzi Gollum è sempre vestito, anche se nelle versioni cinematografiche siamo abituati a vederlo in perizoma! Ne Lo Hobbit si dice chiaramente che Gollum aveva un vestito, nelle tasche del quale teneva delle rocce appuntite, denti di Orco, conchiglie e un pezzo di ala di pipistrello…ognuno ha i suoi portafortuna 🙂
  • Oltre ad essere piccolo e molto magro, Gollum ha i piedi palmati e…sapete quanti denti ha? Sei. 
  • Alla sua morte, Gollum dovrebbe avere un’età tra i 570 e i 600 anni! Tutto merito dell’Unico Anello che lo rendeva pressoché immortale e non lo faceva invecchiare. Ma diremmo che i suoi 600 anni li dimostra tutti eh! 🙂

 

Fonti:
Wikipedia
Giacomo e Giulio di Cine Ciak – Museo Internazionale del Cinema

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.